aşk ilanım – dichiarazione d’amore (e divagazioni linguistiche)

È proprio vero che quando uno è innamorato vede segni e richiami all’oggetto del suo amore ovunque. Può essere lontanissimo, in un posto totalmente irrelato rispetto a quello del suo amore, a fare cose completamente irrelate rispetto a quelle che faceva col suo amore…eppure ogni cosa gli parla di lui; lo sente sempre e vede segni e richiami di lui in ogni dove, in ogni cosa. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

errata corrige su “metodologia della scelta”

Oggi ripensavo alle decisioni e mi è venuto in mente che nel mio post precedente sulle scelte (questo) ho dimenticato di scrivere un ingrediente essenziale del mio processo decisionale. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

incontro ravvicinato col poliziotto ugandese e divine conseguenze

Sabato pomeriggio le comboniane, sapendomi sola, mi avevano invitata per il giorno successivo alla messa a Kanawat (si, vado ancora a messa), nella chiesa vicina alla loro comunità, e poi a pranzo. Ero già stata un paio di volte a mangiare da loro e avevo potuto valutare quanto fossero un pochino meno spartane di noi, quindi…mi sarei lasciata scappare l’occasione di un lauto pranzo dalle suore? Certo che no. Oltretutto dovevo testare la mia nuova bici venuta nientepopodimenoche dagli Steits, leggerissima, nuovissima, lucidissima, altissima e levissima, rosso fiammante: una vera signora mountain bike, perfetta per queste strade! Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,

prendi e porta a casa

Ecco un paio di appunti di una paio di cose fighe che ho osservato durante la mia permanenza in Karamoja/Uganda e che ritengo possano essere spunti utili per me, per noi, per tutti. Butto giù a caso, come mi viene in mente, non c’è un ordine di preferenza nè d’importanza, mischio sublime e mondano (come mi piace il minestrone!), tanto l’importante è fare un grande remembering di alcune cose che ho osservato, a mò del post sugli appunti per i viaggi: Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , ,

venti, memorie e altro (pensieri random)

Non ci sono più le mezze stagioni ah! Ho saputo che a Trento, fino a una settimana fa o poco più sembrava che fosse ancora estate. Lo stesso a Istanbul. E poi, tempo un paio di giorni, è cominciato l’inverno: mattine a 5° C. Non ci sono proprio più le mezze stagioni.
A Kotido, come in molte altre parti del mondo, non ci sono mai state le mezze stagioni. Ce ne sono sempre state solo due, due stagioni intere non mezze, e molto diverse l’una dall’altra: la stagione delle piogge e la stagione secca. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: